10 – Il comandante

Il comandante della nave dei sorrisi
Non abitava più dalle mie parti
Aveva preso il largo all’improvviso
Che quasi non ce n’eravamo accorti.
Ci aveva tanto abituati ai suoi silenzi
Che i suoi silenzi erano il nostro mare
Ci aveva detto di non credere ai romanzi
In cui gli eroi san sempre cosa fare.
Ci aveva detto di non credere ai romanzi
In cui gli eroi sanno ritornare.

Il comandante della nave dei sorrisi
Era partito in una notte chiara,
Levando l’ancora dai nostri visi
Lasciandoci con la bocca amara.
Ci era sembrato che il cielo fosse d’accordo
Perché il vento aveva spinto forte
E non si era visto affacciarsi al bordo
Perché nel cuore portava la morte
E non si era visto affacciarsi al bordo
Perché suonava il pianoforte.

Il comandante della nave dei sorrisi
È ricomparso a metà di un mattino
Le reti gonfie di sogni indifesi
E il viso calmo di chi conosce il destino.
Ci era sembrato che il cielo fosse d’accordo
Perché il vento aveva spinto forte
E non si era visto affacciarsi al bordo
Perché suonava il pianoforte.
E non si era visto affacciarsi al bordo
Perché nel cuore portava la morte.

Track no. 10
Bonus Track

Lyrics by Paolo Vallerga
Music by Paolo Vallerga & Emanuel Victor


Vocals: Fabio Privitera
Acoustic and Lead guitar:
Emanuel Victor

Rhythm Guitar: Andrea Palazzo
Bass: Sabrina Rivagli
Drums: Mattia Garimanno
Traverse flute: Dino Eldrisio Pelissero